CRM e Metaverso

Hai mai sentito parlare del Metaverso?

Se utilizzi un CRM, lo stai implementando o hai intenzione di acquistare un sistema CRM per la tua azienda, vale la pena prepararsi e approfondire l’argomento.

In questo ultimo mese se ne è parlato molto. La parola Metaverso è entrata nel linguaggio comune. Sembra una parola nuova ma in realtà esiste da quasi 30 anni.

Definizione del Metaverso

Metaverso (in inglese Metaverse) è un termine nato dalla tastiera di Neal Stephenson in Snow Crash (1992), libro di fantascienza cyberpunk, descritto come una sorta di realtà virtuale condivisa tramite internet, dove si è rappresentati in tre dimensioni attraverso il proprio avatar.

Nel suo romanzo l’autore caratterizza il Metaverso come un’immensa sfera nera tagliata in due da una strada percorribile su di una monorotaia. Su questa sfera ogni persona può realizzare in 3D ciò che desidera, negoziufficinightclub e altro, il tutto potenzialmente visitabile dagli altri utenti.

Quella di Stephenson è una visione futuristica dell’internet moderna a cui, dopo le ultime dichiarazioni di Mark Zuckerberg, ci stiamo avvicinando a passi veloci.

CRM e Metaverso

Cosa centra il tuo CRM con il Metaverso?

Nel Metaverso potrai svolgere riunioni commerciali in spazi virtuali con il tuo avatar che riprenderà alle tue caratteristiche fisiche, alle tue movenze facciali e ricalcherà il tuo tono di voce.

Che ne pensi, perché lo dovresti fare?

In sostanza si tratta di un upgrade delle classiche call su Zoom che troviamo così impersonali. Nel Metaverso ti troverai in una bella sala riunioni con vista, senza muoverti dalla poltrona del tuo ufficio, facendo affari con persone dall’altra parte del mondo.

Governerai la conversazione, gli accordi commerciali indossando un paio di occhiali leggeri che risponderanno ai tuoi comandi e trasporteranno te – o il tuo ologramma – in luoghi diversi.

Cosa cambierà nel reparto vendite

Nella maggior parte dei casi i commerciali affermano con sicurezza che durante un incontro faccia a faccia la probabilità di chiudere l’affare rispetto ad un colloquio telefonico è molto più alta.

Nel Metaverso, i venditori potranno interagire con i clienti in ambienti virtuali come se fossero faccia a faccia.

Raccoglieremo informazioni dai nostri potenziali clienti e clienti durante le nostre conversazioni, che saranno più rilassate e naturali rispetto ad una call su Zoom.

Mostreremo i nostri prodotti a questi potenziali clienti come se fossero nel nostro stesso ufficio. Queste conversazioni verranno registrate e trascritte nel nostro CRM evoluto. Saranno menzionate le azioni di follow-up.

Le informazioni provenienti da questi incontri verranno analizzate utilizzando l’intelligenza artificiale per garantire che vengano inviati i materiali giusti e che le persone giuste vengano informate.

In questo video trovate un esempio ancora sperimentale di conversazione virtuale in una sala riunioni (minuto 8 del video).

Come cambiera’ l’assistenza alle manutenzioni

I team di assistenza saranno in grado di trasportarsi presso le “posizioni” dei clienti per analizzare e risolvere i problemi. Il loro lavoro sarà registrato, analizzato e archiviato. “Se vuoi parlare con qualcuno, stai risolvendo un problema, invece di chiamarlo semplicemente al telefono, il tuo team [n.d.r.] può tele trasportarsi e vedere tutto il contesto aziendale“, dice Zuckerberg. “Possono stare accanto a te e interagire, e poi in un batter d’occhio possono tele trasportarsi dove erano e trovarsi in un posto separato.”

E questo è solo l’inizio.
Accanto a questo si profileranno nuovi scenari di business in tantissimi settori.
Si creeranno opportunità nel settore degli acquisti, della pubblicità, della distribuzione, della moda, dello sport. Tutto è ancora in evoluzione.
Non sappiamo se il Metaverso sarà solo la soluzione ai problemi di Facebook o se invece darà davvero opportunità alle aziende e permetterà di crearne molte altre.

Approfondimenti: linkografia

Suggeriamo alcuni articoli, film o approfondimenti sul tema.  

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Back to top